25° Giornata: OPEN vs FLY SANT'ANTONIO 1929 1-2

March 5, 2017

Il Fly quest'oggi è chiamato a fare i tre punti senza se e senza ma, per mettere a tacere coloro i quali considerano la capolista lassù per caso e dopo gli ultimi tre pareggi consecutivi contro Quarto, San Gabriele e Sporting Guelfo.

In vista del difficile incontro di mercoledì' prossimo (ritorno di semifinale di Coppa Pedrieri) Mr. Sarti esperimenta e testa giocatori che hanno trovato meno spazio fino a questo punto (causa infortuni più e meno lunghi).

I ragazzi del Santo Patrono hanno risposto bene ai diktat del loro allenatore, bravo a rendere camaleontica la squadra in funzione dell'avversario.

 La cronaca: subito al secondo minuto Tarabusi recupera palla a centrocampo (questo lo farà 1000 volte al termine della partita) e la gioca per Benetti (la prima da titolare interpretata alla perfezione) che di prima la serve a Morcone il quale apre per Sarti Denis che dribla il portiere ma al momento di concludere cincischia facendosi soffiare il gol da difensore centrale opposto.

Al 10' corner di Mormile per Tarabusi che di testa svetta su tutti e colpisce, bravo il portiere a negargli la gioia deviando sempre in calcio d'angolo.

Di nuovo Mormile a battere, questa volta è Benetti che si trova la palla dell' 1 a 0 ma si fa sorprendere e non realizza.

Al 21' un errore di Mattiolo poteva costare caro agli ospiti, infatti a centrocampo perde palla che arriva sui piedi di bomber Medi il quale proprio al momento di finalizzare viene anticipato dall'ottimo Lenzi Nicolò che salva il risultato.

Al 30' gol annullato al fly per carica sul portiere (anche il numero 1 locale con grande sportività criticherà la valutazione del direttore di gara) da parte di Sarti Denis il quale oltre a vedersi annullato un gol regolarissimo si infortuna perché Foschini gli crolla letteralmente addosso (alla faccia della carica...).

Al 32' Morcone segna il vantaggio con un pregevole pallonetto dopo che Nikolic, portatosi a spasso mezza difesa avversaria, gli serve un perfetto assist.

A questo punto Sarti Denis è costretto ad uscire, la caviglia è già gonfia, un'altra tegola per i ragazzi di Sant'Antonio.

Al suo posto Sarti Nicola (rientrato da 15 giorni di stop).

A tempo quasi scaduto, lancio lungo per Medi che "mette giù" elegantemente e tenta di emulare Morcone ma senza la stessa fortuna.

Il primo tempo finisce con ancora un infortunio nella fila dei rossi vestiti, uscirà l'autore dell' 0-1 per Spica.

Il secondo tempo incomincia con i primi della classe carichi e decisi a chiudere quanto prima la partita, cosi' da poter incominciare quella girandola di cambi indispensabile a far tirare il fiato ai giocatori più utilizzati fino ad oggi.

Al 46' Sazzini crossa per Spica il quale è bravissimo a stoppare la palla per Nikolic che non ci pensa due volte e scarica di prima intenzione nel"7" lo 0-2.

Al 56' Medi da fuori area fa tremare Lansari che si limita a  guarda il bolide calciato dal numero 10 uscire a lato di poco.

Al 58' terzo cambio Fly: fuori Mormile per Grifa che rientra dopo 3 mesi dal brutto infortunio subito al radio ed ulna.

Al 62' è proprio il neo entrato a rendersi pericoloso complice una valutazione errata in uscita di Foschini.

Al 68' altra indecisione del numero 1 locale che per poco non regala lo 0-3 sempre a Grifa ben appostato.

Al 76' Taucci prende il posto di Lenzi Nicolò (altra prova piuttosto convincente).

All'81' Grifa a centrocampo recupera caparbiamente un pallone che lo gioca a Spica il quale perdendo l'attimo buono per calciare a rete spreca malamente con un tiraccio.

All'84' Nikolic lascia il campo per Gasparri (anche lui al rientro da un lungo infortunio muscolare).

Al 90' Tarabusi con grande forza fisica, porta palla nell'asse centrale del campo e sulla trequarti la passa a Sarti Nicola che da buona posizione spara ma centralmente senza impensierire l'estremo difensore dell'Open.

Al terzo minuto di ricupero la retroguardia prima in classifica cincischia nel buttare via un pallone vacante in area sul quale è bravo Medi ad avventarcisi per primo scaraventando in rete il gol bandiera e facendo terminare l'imbattibilità di Lansari a 370 minuti.

Prestazione buona per il Fly che, in un campo al limite della praticabilità, mantiene 7 lunghezze di vantaggio sul Baricella secondo in classifica.

We can FLY!!

 

 

Share on Facebook
Please reload

Il Fly Sant'Antonio 1929 sostiene la 

Lega Italiana per la lotta contro i tumori.