21° Giornata: OZZANO IMPROVE vs FLY SANT'ANTONIO 1929 0-1

February 12, 2017

Campo conosciuto, quello di Ozzano, per essere poco ospitale e sempre al limite della praticabilità in qualsiasi stagione.

Come accennato, oggi parlare di gioco del calcio è estremamente fuori luogo, nei 93 minuti messi a disposizione dal direttore di gara le azione degne di nota si contano sul palmo di una mano.

La cronaca: ci vogliono quasi 20 minuti per intravedere qualcosa, Capitan Minardi tradito a metà campo da un terreno di gioco infame, concede palla al numero 9 che è veloce a presentarsi appena fuori l'area e a calciare suo malgrado fuori di poco.

Nell'azione successiva, è sempre Minardi a far parlare di se grazie ad un lancio di esterno destro a scavalcare il centrocampo locale per Morcone che di prima intenzione fa una "sponda" perfetta a Nikolic il quale è bravo a scegliere il tempo giusto per la battuta a rete ma non fortunato per pochi centimetri.

Appena dopo la mezz'ora su una punizione laterale, l'Ozzano si fa pericolosa con il numero 10 che di testa colpisce senza precisione.

Cinque minuti più tardi sono sempre i locali ad andare vicino al vantaggio grazie ad uno schema (sempre da punizione laterale) che libera al tiro il numero 10 il quale spedisce il pallone abbondantemente sopra la traversa.

Il primo tempo finisce cosi', con nessuna occasione davvero pericolosa per il Fly e qualcosa di buono in più fatto dai "pirati".

Il secondo tempo incomincia sulla falsa riga del primo, passano una manciata di minuti dall'inizio della seconda frazione di gioco ed è ancora l'Ozzano a suonare il campanello d'allarme.

Cross dalla sinistra del terzino numero 3 per il numero 9 che, lasciato colpevolmente troppo solo, liscia completamente la palla dell' 1 a 0.

Al 52' minuto il primo cambio tra le fila ospiti, Gasparri lascia il posto a Lenzi Francesco.

Al 60' minuto il secondo cambio in casa Fly, Ballarini entra per Gurioli.

Al 70' minuto Sarti Nicola dalla sua fascia di competenza (quella sinistra) lancia Morcone il quale si trova a tu per tu con l'estremo difensore locale che è bravo, per mezzo di una uscita tempestiva, a sventare il possibile vantaggio ospite.

Nell'azione successiva i ragazzi di Mister Sarti Gaetano si fanno trovare scoperti e vengono messi in difficoltà con un contropiede che verrà finalizzato dal numero 9 tra i guantoni di Lansari che grazie ad uno scatto felino si oppone salvando il risultato.

Al 75' minuto Lenzi Nicolò abbandona il campo per un risentimento muscolare, al suo posto Sazzini.

Al 91' minuto Spica, subentrato 20 minuti prima a Nikolic, realizza di testa il gol partita direttamente da calcio d'angolo.

Non si possono dare colpe ai primi in classifica per non aver espresso il solito bel calcio, oggi era davvero impossibile.

Bisogna riconoscere che è da due/tre partite che i ragazzi del Santo Patrono hanno difficoltà a creare quelle tante palle gol che hanno contraddistinto, per fede calcistica, il volere della Società e che è solo nelle battute finali che si riescono a raggiungere i tre punti.

Ci piace pensare che la squadra non stia avendo un'involuzione ma ben si che stia diventando sempre più cinica e spietata negli episodi a suo favore.

Come sempre in quel di Ozzano, la partita finisce tra gli insulti dei supporter di casa e le aggressioni verbali dei giocatori locali.

Ilazioni da 0-0, peccato (per loro) che la partita sia finita 0-1.

Ciao, grazie, arrivederci.

We can Fly

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

Il Fly Sant'Antonio 1929 sostiene la 

Lega Italiana per la lotta contro i tumori.