11°Giornata: FLY SANT'ANTONIO 1929 vs SEF VIRTUS CALCIO 1-1

November 13, 2016

 Partita con poche occasioni da gol tutte comunque, o qusi, per gli ospiti.
Al quarto d'ora Tony Spica accende con una fiammata delle sue la partita, riceve palla da rimessa laterale ne salta tre uno dietro l'altro ma è bravo il portire casalingo ( si rivelerà il migliore in campo) a negargli il gol. 
Al ventiduesimo il centrocampista centrale locale lancia un' apparente pallone facile che però coglie impreparato Enrico Sazzini il quale si fa beffare dal numero 9 che colpendo di testa porta i suoi in vantaggio. 
Poco dopo la mezz'ora il primo cambio: al posto di Mattia Ballarini entra un ritrovato Marco Tarabusi che disputerà una buona partita dopo essere stato lontano dai campi per diverse settimane per infortunio.
A primo tempo ormai finito l'arbitro concede un calcio di rigore, causa evidente fallo di mano, per il Fly Sant'Antonio 1929.
Si presente sul dischetto bomber Tony che però calciando a mezza altezza si fa parare l'uno a uno.
Inizia il secondo tempo con un altro cambio in casa Fly, esce Sazzini per Robert Nikolic che sarà bravo ad interpretare il ruolo assegnatogli, da Sarti Gaetano, dando filo da torcere al suo dirimpettaio.
Al 5' della ripresa è stupendo il "cucchiaio" con il quale Fabio Mormile segna pareggiando i conti.
Passano solo due minuti e i ragazzi di s.antonio galvanizzati dal gol appena segnato, spingono sull'acceleratore.
Tony Spica dopo una fantastica azione personale spreca a tu per tu con il portiere. 
Sotto pressione la virtus, al 9', regala palla a bomber Alessandro Stellino che non riesce per pochissimo a beffare l'estremo difensore di casa con un bellisimo pallonetto. 
Passano venti minuti senza che accada nulla di particolare, alla mezz'ora del secondo tempo Stellino ubriaca tutta la retroguardia della virtus e regala una palla magnifica a Tony che appena prima di colpire (a portiere battuto) si fa anticipare dal bravo difensore centrale bolognese. 
Al 33' agli ospiti va di lusso, punizione per il Fly nella trequarti virtus gestita malamente, regala il contropiede ai padroni di casa che non sono bravi/fortunati a finalizzare.
A dieci dal termine va segnalato l'ingresso in campo del nuovo "acquisto" del Fly, Ignazio Mattiolo, che prenderà il posto di uno stanco Spica. 
La partita da qui alla fine non regala più emozioni neanche con i quattro minuti di recupero accordati dal direttore di gara.
Tanto di cappello alla virtus, la classifica non da merito ad una squadra mai doma che sicuramente darà filo da torcere a diverse società. 
Seconda partita consecutiva che il Fly non riesce a portare a casa il bottino pieno, ma avrà modo di rifarsi già mercoledì nel ritorno di coppa proprio contro la virtus.
Chiaramente non è il caso di fare drammi ma bensì "fare quadrato " mantenendo morale alto e voglia di vincere, tutto il resto è noia....we can Fly.

Share on Facebook
Please reload

Il Fly Sant'Antonio 1929 sostiene la 

Lega Italiana per la lotta contro i tumori.