10°Giornata: FLY SANT'ANTONIO 1929 vs OPEN 3-3

November 6, 2016

 Strano è il giusto modo per definire un match ricco di colpi di scena, in più se nel "piatto" ci aggiungiamo una pacifica ma graffiante contestazione da parte di una vecchia guardia (locale) molto esigente e il forfait di Capitan Andrea Minardi (ricoverato durante la notte per una crisi allergica ma risoltasi già in giornata con qualche flebo) diamo l'idea di questa domenica.
Passiamo al calcio giocato: il Fly Sant'Antonio incomincia nei migliori dei modi grazie a Fabio Mormile che al terzo minuto, da distanza importante, coglie impreparato il portiere ospite (complice una deviazione). 
All'11' minuto in seguito ad una rimessa laterale l'open sfiora il pareggio grazie ad un furbissimo inserimento senza palla del numero 10 ospite (segnerà 2 gol al termine della partita).
Sette minuti più tardi il Fly Sant'Antonio non è reattivo su una bella azione manovrata che porta al cross dalla destra con conseguente tiro al volo trovando un agile Larbi Lansari ad opporsi. 
Quasi alla mezz'ora grazie ad uno stretto uno/due in area di rigore gli ospiti pareggiano meritatamente.
Al 32' minuto l'open raddoppia, palla sopra la linea difensiva con efficace movimento da sinistra verso destra del numero 11 che beffa l' uno locale con un pregevole pallonetto. 
Al38' minuto Giorgio Landi accelera sulla fascia sinistra, mette una palla tesa a centro area che Denis Sarti lascia passare nella speranza di "liberare" Alessandro Stellino il quale però viene anticipato maldestramente dal difensore centrale che fa autogol. 
Primo tempo scoppiettante, 2-2. 
Il responsabile tecnico Sarti Gaetano butta subito nella mischia Tony Spica (che cambierà la partita) per Alessandro Stellino (non ancora al top della forma).
Passa un solo minuto dal via del secondo tempo, Mattia Ballarini gioca una palla filtrante per Tony che tira ma colpisce il palo.
Bomber Spica ne ha voglia, e si vede, vuole palla e la ottiene ne salta due con una grande prepotenza fisica, crossa in area ma Giorgino non ci arriva per un soffio.
A mezz'ora dalla fine due cambi ravvicinati per il Fly: Robert Nikolic prende il posto di Sarti Denis che esce tra gli applausi grazie ad una grande partita di sacrificio e Edoardo Gasparri (da tre settimane ai box per infortunio) perEnrico Sazzini.
Al sessantunesimo minuto ancora Spica si mette in mostra dribla tutta la linea difensiva e scarica in rete il 3 a 2.
Al 70' minuto schema da calcio piazzato per i locali: Ballarini mette sulla testa di Tony una palla al bacio ma purtoppo colpisce spedendo (di poco) sopra la traversa.
Prova convincente del nostro gladiatore Nikolic che all'80' minuto grazie ad un brillante spunto personale pennella su Tony che si fa trovare puntuale all'appuntamento ma il portierone avversario si supera negandogli la gioia della doppietta.
Quando sembrava che la partita fosse "portata in porto" arriva lo schiaffone, a quattro minuti dal novantesimo il Fly regala palla agli avversari, causa leggerezza inspiegabile, che sono concreti, liberano il numero 10 che non perdona con un perfetto rasoterra sul primo palo.
3-3 triplice fischio, occasione persa per allungare sulla temibile Baricella (che oggi inciampa perdendo per 4-3) e a mantenere la giusta distanza di sicurezza dal guelfo che invece accorcia la classifica vincendo all'88 una partita destinata allo zero a zero.
Bene ma non benissimo, male ma non malissimo...we can Fly.

Share on Facebook
Please reload

Il Fly Sant'Antonio 1929 sostiene la 

Lega Italiana per la lotta contro i tumori.