9°Giornata: SAN GABRIELE vs FLY SANT'ANTONIO 1929 0-2

October 30, 2016

 Solo il Baricella tiene il passo dei ragazzi della bassa medicinese mantenendo un distacco di tre lunghezze scavalcando al secondo posto lo sporting guelfo che rallenta la marcia dopo aver perso per 2-1 sul difficile campo del pilastro. 
Le prime tre della classe quindi sono: 20 Fly Sant'Antonio 1929, 17 Baricella, 16 sporting guelfo, via via le altre...
Anche oggi mentalità vincente, pragmatismo ed aggressività sono le parole chiave dei i tre punti che questi ragazzi hanno saputo far loro nonostante la solita decina di infortunati (tutti possibili titolari).
La cronaca:
Al settimo minuto bella sponda al volo di Alessandro Stellino in corsa per Tony Spica che è bravo a saltare il terzino oppostogli e chiudere la triangolazione, ma bomber Stello non ancora al cento per cento, non ci arriva per un soffio.
Dieci minuti più tardi fallo laterale di Nicola Sarti per Spica che stoppa, ne dribla "solo" due, tira forte in porta ma l'ex cocchi Lorenzo para respingendo sui piedi del rapace Giorgio Landi che va a tabbellino anche questa domenica.
Al 21' punizione laterale per il San Gabriele che calcia a centro area trovando (come spesso accade) impreparata la linea difensiva avversaria, ed è quasi gol.
Sul ribaltamento di fronte viene annullato, per un discutibile fuorigioco, un gol all'incontenibile Tony. 
Alla mezz'ora Spica riprone un suo cavallo di battaglia, palla incollata al piede salta tutti quelli che trova sulla sua strada ed "offre un cioccolatino" nell'area piccola che nessuno però colpevolmente scartera '.
Gli ospiti cercano con insistenza un particolarmente ispirato Tony che al 35' sfiora ancora il gol lambendo il palo dopo la solita bellissima azione personale.
In seguito ad un ottimo intervento difensivo, Sarti Nicola dà il la al contropiede per il motorino inesauribile Giorgio Landi che però dopo una bella sgroppata sulla fascia arriva stanco alla conclusione sparando alto.
Partita divertente (almeno per il Fly) grazie anche alle geometrie mai banali di Mattia Ballarini che senza alcuna fretta gestisce al meglio ogni pallone che passa dal centrocampo, infatti, a dieci minuti dal termine del primo tempo "Ballaro" serve una bella palla a "Stello" che con due tocchi ricambia i favori precedenti a Tony che ha la sfortuna di trovare sulla sua strada sempre il buon cocchi. 
I minuti restanti passano senza particolari emozioni, duplice fischio, 0-1.
Ripartono agressivi i locali sfiorando il pareggio sempre sugli sviluppi di una punizione laterale ma Francesco Lenzi gli nega la gioia sulla linea di porta.
Al 52' bomber Stellino si esibisce in un palleggio elagante, dando mostra di un bagaglio tecnico ben al di sopra della categoria, per poi liberare ancora la corrente Tony che per l'ennesima volta trova ad opporsi cocchi il quale però non sarà così impeccabile nell'azione a seguire, tant'è che respingendo a centro area una palla proveniente dalla destra troverà puntuale un generosissimo Lenzi Francesco che insacchera' di prima intenzione.
Purtoppo oggi Tony non riesce a buttarla dentro, neanche quando "Nik" gli pennella un perfetto cross sulla testa al sessantesimo circa.
In vista della prossima partita di coppa (mercoledì 2 novembre) il responsabile tecnico Sarti Gaetano fa quattro cambi: Stellino per Sarti Denis, Landi per Robert Nikolic, Fabio Mormile per Marco Tarabusi.
Dalla metà del secondo tempo fino alla fine dei 94 minuti, la partita da piacevole passa ad essere bruttina, stanchezza e mancanza di lucidità prendono il sopravvento regalando solo qualche sbadiglio.
Per dover di cronaca l'unica cosa da segnalare sono due simulazioni grottesche (giustamente punite) da teatrino amatoriale dei ragazzi di Mister Bianchi ed un bellissimo recupero di Claudio Grifa subentrato precedentemente all'ormai veterano Enrico Sazzini (classe 98).
Finisce due a zero per il Fly con un'ulteriore consapevolezza cioè quella di aver scoperto Nicolò Lenzi ottimo difensore centrale che, grazie ai prezioziosi consigli di Capitan Andrea Minardi, fa sì che la squadra goda di fondamentale tranquillità. 
Infine un doveroso ringraziamento va a Vanes Bartolini (memoria storica di tutte le partite del San Antonio da oltre trent'anni a questa parte) che cura quotidianamente tutta la logistica del "mondo Fly" regalando perle di sapienza divertentissime. 
Staff organizzato e squadra ambiziosa sono il perfetto connubio per guardare (sempre con rispetto) tutti dall'alto del primo posto...we can Fly.

Share on Facebook
Please reload

Il Fly Sant'Antonio 1929 sostiene la 

Lega Italiana per la lotta contro i tumori.